musica

Tempo d’Estate

Se dovessi scegliere cinque minuti in tutto Gershwin, non ho il minimo dubbio: sceglierei Summertime, con quella linea melodica scura, calda e languorosa come una sera estiva… non sembra sempre di sentirci dentro il frinire dei grilli, il profumo del fieno tagliato e il cigolio di un dondolo di legno?

Sì, d’accordo, mi lascio suggestionare dalla musica più facilmente che da altre cose, ma resta il fatto che mi sono imbattuta in questa versione insolita, cantata da Peter Gabriel, e me ne sono innamorata subito:

Provate ad ascoltarla stasera al crepuscolo, oppure a buio appena fatto, con le finestre aperte e l’aria calda sul viso, e poi mi saprete dire. Buona domenica, buon agosto, buon “quel che resta dell’estate”.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...