Persone

In Memoriam: Egisto Cantarelli

Foto M. Romualdi

Con il suo garbo d’altri tempi, il suo sorriso gentile e la sua pazienza infinita, Egisto Cantarelli vi accoglieva in Teatrino e, magicamente, vi trovava sempre quell’ultima sedia… e se proprio di ultime sedie non ce n’erano più, era dispiaciuto quanto voi, perché non avrebbe mai voluto dover mandare via nessuno.

Benevolo e cortese e sollecito, Egisto presiedeva alla biglietteria con un’attenzione certosina, felice di vedere la platea che si riempiva, felice di accogliere il pubblico – spesso accanto a quell’altra colonna della Campogalliani, Giorgio Codognola – e credo che proprio così lo ricordi tutta Mantova.

Ma Egisto era ben lungi dall’essere solo questo… un amico e una figura paterna per tutti noi in Campogalliani, con una parola buona e acuta per tutti, con la sua dolcezza d’animo, lo sguardo gentile e penetrante, lo humour discreto, la cultura profonda e la capacità di mettere ciascuno a proprio agio. Conversare con lui era sempre una gioia, così come era una gioia vederlo in Teatrino, a fianco della sua Francesca, circondato da figli e nipoti – il patriarca di una bellissima famiglia unita e brillante.

La sua presenza ci rassicurava. Tutti cercavamo la sua sua approvazione, il suo giudizio pacato e sempre lucidissimo. E allora, Egisto? Com’è, Egisto? Funziona, Egisto? … E sapevamo di poter contare su un parere acuto e autorevole e senza compromessi.

Adesso non potremo più chiederglielo.

Egisto ci ha lasciati improvvisamente la mattina del 2 gennaio, scavando un vuoto incolmabile nella vita della sua famiglia, della Compagnia e di tutti noi.  Ci mancherà tanto, e lo ricorderemo in tutto il lavoro a venire.

Ho tanti bei ricordi di lui: la passione comune per l’opera lirica, le parole incoraggianti e le strette di mano, le risate condivise quando raccontava aneddoti della Campogalliani, l’interesse con cui seguiva la mia altra scrittura al di fuori del teatro… Sarà molto dura tornare al d’Arco e non trovarlo. Non trovarlo fisicamente – perché il suo spirito ci sarà sempre.

4 pensieri riguardo “In Memoriam: Egisto Cantarelli

  1. Ho un ricordo di un uomo gentile che mi accoglieva all’ingresso del teatro come fossimo amici da tanto tempo. Sempre sorridente e pronto all’ironia..
    Un signore d’altri tempi.
    A pelle un’empatia immediata.

    "Mi piace"

  2. Era proprio così.Adesso sarà dura quando finalmente si potrà venire in teatro ma non ci saranno più nè Egisto nè Giorgio ad accoglierci….

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...