scribblemania · teatro

PBN

Uh, d’accordo: rapida divagazione non ectoplasmatica per una rapidissima revisione ad Alta Diplomazia – altro atto unico su richiesta.

Rivisto 12mila e rotte parole in una sera. Se è procrastinazione, almeno è una forma produttiva.

Ma con questo domani dovrei finire, e poi son fantasmi, giuro.

editing · elizabethana · teatro

Piccolo Bollettino Notturno

Sono riuscita a prendere il primo raffreddore della stagione – e tentare di ignorarlo non ha funzionato. Nemmeno l’aspirina, finora, ha funzionato granché. Così adesso mi sento la testa piena di prosciutto cotto, cotone idrofilo e biglie di vetro.

E poi il raffreddore mi rende stupida.

Per cui oggi ho trafficato con una scena lunga che avevo già in parte sistemato durante il corso, e poi un’altra piccola – ma non c’è da fidarsi di quel che ho fatto.

Però a questo punto mi restano solo i due monologhi che aprono e chiudono il tutto, e la seconda stesura è finita.

Attraverso cotone, biglie e tutto, mi rendo conto che, raffreddore permettendo, domani potrebbe essere il gran giorno.

editing · elizabethana · teatro

Piccolo Bollettino Notturno

E dopo avere strologato sul dubbio di ieri sera, dopo aver trovato una soluzione sensata e funzionale, dopo aver riscritto quel che serviva alla bisogna, ecco che mi si presenta un’altra possibile soluzione, che in tutta probabilità è drammaticamente migliore, più logica e più asciutta.

Solo che richiede modifiche più complicate, e adesso proprio non ne ho l’energia.

Che se poi mi fosse venuta in mente un po’ prima, magari, sarebbe stato meglio.

Comunque adesso che il Festival è finito dovrei riuscire a tenere ruolini meno dissennati. Se tutto va bene, la seconda stesura dovrebbe giungere in porto attorno alla metà della settimana.

Wish me luck.

editing · elizabethana · teatro

Piccolo Bollettino Notturno

Ecco, sarebbe più o meno a posto anche Why Came You Between Them, dal che potete dedurre che alla fin fine ho commesso il mio omicidio.

Poor Kit. Anche se non è difficilissimo sostenere che se la sia cercata con rara ostinazione.

E con questo avrei finito il secondo atto propriamente detto – e il resto sarebbe cornice, se non fosse che mi è sorto un dubbio nuovo. Credevo di sapere che doveva provocare chi alla baruffa mortale, e invece adesso non sono più così sicura.

Come dice Lasaggezzadeipopoli, la notte porta consiglio. E qualora non dovesse portarne affatto, come dice Rossella O’Hara, ci penserò domani. 

E intanto mi ruga da matti di non avere ancora un titolo…

editing · elizabethana · teatro

Piccolo Bollettino Notturno

E la scena è a posto. O quanto meno credo che sia a posto, ma sono talmente lessa che il mio giudizio potrebbe non essere dei più aguzzi.

Prendete una Clarina, tagliatela a dadini e fatela bollire in acqua salata fino a completa cottura…

Adesso Frizer ha una voce – del genere truculento.

E la battuta importante di Will è dove dovrebbe essere. Magari domani vorrò trafficarci ancora un po’, ma per adesso va bene così.

E il secondo atto è troppo, troppo, troppo lungo. Però ho in programma tagli massicci e cospicui sfrondamenti nella scena successiva alla successiva, per cui stiamo a vedere.

editing · teatro

Piccolo Bollettino Notturno

Nemmeno acceso il computer.

[-E da dove stai postando, o Clarina? -Non dal computer su cui scrivo.]

E nemmeno ci provo, perché sono sfinitella anzichenò e domani mattina si ricomincia molto presto.

Però sentite: è stata una meravigliosa giornata, e davvero non riesco a mugugnare per non avere combinato nulla.

Ecco.

E se venite a Mantova per il finesettimana, portatevi scarpe basse e comode, disse la Mantovana che avrebbe dovuto saperlo…

editing · elizabethana · teatro

Piccolo Bollettino Notturno

E anche Send Me Away (ovvero Deptford Parte I) è a posto.

Mi piaceva quando l’ho scritta e mi piace ancora. Buon ritmo, buone voci, buon conflitto. Peccato che serva più che altro da rampa di lancio per l’arrivo di Will nella scena successiva e per l’omicidio in quella dopo… Così l’ho potata da 1700 a 1200 parole, e adesso è più ragionevole.

Siccome non si butta mai nulla, tuttavia, ho salvato a parte parecchie battute cassate, che andranno benissimo per un altro play che sto progettando.

E che, a dire il vero, stavo progettando già da prima… ma questa è letteralmente un’altra storia.

Comunque, le mie intenzioni di finire la seconda stesura prima del Festival sono andate a farsi benedire, e per il resto della settimana il tempo da dedicare alla revisione sarà pochino…

On the other hand, si è già visto che a volte, meno tempo c’è più si combina, giusto?

Stiamo a vedere.

editing · elizabethana · teatro

Piccolo Bollettino Notturno

Whew! Making Way è finita. O quanto meno, è in un ragionevole stato di seconda stesura.

Non sono insoddisfatta – e posso raccogliere i dischetti di carta dal pavimento.

E adesso, sul tema di We’re off to see the wizard:

We’re off to go to Deptford,
The wonderful place by the Thames.
You’ll find it is a murdering place
If ever a murdering place there was.
If ever a murdering place there was,
Deptford is one because,
Because, because, because, because, because,
Because of the murder that happens there.
We’re off to go to Deptford,
The wonderful place by the Thames!